Link pubblicitario:
ingegneria ed energie rinnovabili sx   ingegneria ed energie rinnovabili dx
Menù Principale

Argomenti
ingegnere energie rinnovabili
Blog
ingegnere energie rinnovabili
Edilizia
ingegnere energie rinnovabili
Fotovoltaico
ingegnere energie rinnovabili
Solare Termico
ingegnere energie rinnovabili
Biomassa
ingegnere energie rinnovabili
Energia
ingegnere energie rinnovabili
Idraulica e Mini
ingegnere energie rinnovabili
Eolico

Varie
ingegneria rinnovabile
Glossario
ingegneria rinnovabile
FAQ
ingegneria rinnovabile Passaparola
ingegneria rinnovabile
Agg. Preferiti
ingegneria rinnovabile
ingegneria rinnovabile
Sitemap

Siamo in tanti !


 

 

Ing.Savino ti dà il benvenuto!
Ingegneria ed Energie Rinnovabili: Blog & News

Notizie dal mondo dell'Energia Rinnovabile


Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/ingsavino/pagine/cutenewz/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/ingsavino/pagine/cutenewz/show_news.php on line 41

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/ingsavino/pagine/cutenewz/inc/shows.inc.php on line 54

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/ingsavino/pagine/cutenewz/inc/shows.inc.php on line 54

Petrolio: la corsa all'implosione
Petrolio, costo barile, rialzo, borsa, costo reale, euro e dollaro, crisi petrolifera del 73, 1973, '73, fonti alternative al petrolio, lobby petrolio, petrolieri, macchine alternative, motori diesel, costo petrolio

Il petrolio è il motore dell’economia mondiale. Anche i nuovi paesi in via di sviluppo hanno guardato bene a seguire le orme dei padri e a non vedere il futuro con occhio critico.
Da quando i primi petrolieri americani hanno boicottato i primi motori Diesel, nati per andare ad olio vegetale, l’oro nero diventa sempre più costoso. Riempie le tasche di pochi, assoggetta popoli interi, crea guerre e povertà, profitti e crudeltà.
E pensare che se fosse stato il ’73 si sarebbe già parlato di crisi! In un mese un pieno è aumentato più di 5 € e nessuno si ribella.
La crisi è in atto e mettono il bavaglio all’informazione, l’unica che può gridare il nostro disappunto. 
Ma dove arriveremo? Fuori i prototipi, fuori i nuovi motori, via alla desatassazione dei biocombustibili, via alla commercializzazione dei modelli made in FIAT che vanno a bioetanolo! Fuori le palle! Dannate lobby…
Oggi ho voluto farvi riflettere. Ma non mi basta. Vi invito a mettervi comodi davanti al pc e a vedere con attenzione il video che qui vi propongo. E’ un servizio preso da “La storia siamo noi”, trasmissione della RAI, che descrive un possibile scenario qualora, davvero, si prosciughi il petrolio. Un’ultima richiesta… al termine non vomitate, eh!  

Guarda il documentario

Inserito il 30 May 2008
Il petrolio e la corsa al rialzo
costi benzina, costi petrolio, costo diesel, spagna, europa, germania, inghilterra, belgio, olanda, portogallo, petrolio, aumento, borsa

Noi italiani ci lamientiamo per il costo esorbitante che la benzina ha nel nostro mercato, con le accise ereditate dal periodo postbellico e con i governi che non sono in grado di tamponare i rialzi sempre piu' incalzanti imposti dalle compagnie petrolifere. Se pero' osserviamo il grafico, ci rendiamo conto di essere nella mischia, e non i piu' sfigati!
Possiamo ritenerci piu' fortunati di paesi che hanno economie piu' forti e consolidate come l'Olanda o la Germania! Ma attenzione! Il grafico parla chiaro ma non mette in relazione il compenso medio recepito dal cittadino con i costi del petrolio che, ahime', oggi rappresenta il vero motore dell'economia. Se si elabora infatti un grafico trasversale, si deduce che a pagare il prezzo piu' alto e' il cittadino italiano.
Questo perche' da tempo la nostra e' una economia saldamente legata al consumo sfrenato degli idrocarburi, di corte vedute, che non ha saputo ne' voluto apprendere dalla crisi petrolifera del '73 e dalle cause scatenanti.
Il mercato italiano e' forse il piu' liberale d'Europa. Si e' passati dal controllo totale dei prezzi alla liberalizzazione selvaggia. Le grandi societa' petrolifere, come altre multinazionali, hanno fatto la parte del leone ed ora impongono il proprio dominio.
Vi invito a dare un'altra occhiata al grafico. Vi spiegate il perche' del costo tanto elevato del gasolio rispetto a quello della benzina? Ci risiamo... abbiamo avuto governi che non si sono immischiati in materia economica energetica, che non hanno preso posizione per salvaguardare il cittadino perche' contrari a prendere misure antipopolari e non tanto in voga. E le compagnie ci hanno sguazzato. Aumenta la richiesta del gasolio (il perche' sta da cercarlo nella Fiat e nell'influenza statale in tale settore...) e di conseguenza aumenta il costo.
Ma come mai in Europa il prezzo non e' variato in modo uniforme? Semplicemnete perche' in altri paesi membri lo Stato detiene ancora il potere sul mercato, come avviene in Spagna dove Madrid controlla il 70% del mercato energetico. Il risultato e' che la Spagna e' ora piu' preparata ad assorbire l'ondata di recessione d'oltroceano. Il mercato energetico spagnolo infatti, ha tardato la completa liberalizzazione del settore in attesa che sia scongiurato lo spettro della recessione.
Un controllo di tal genere contiene i costi di getione dell'industria e infonde ancor oggi fiducia nel futuro.

Arriva l'onda... teniamoci saldi ai pilastri delle nostre case!!!
Inserito il 23 Apr 2008
Mini-Eolico con potenza fino a 1 MWe
Minieolico, mini-eolico, potenza elettrica fino a 1 MW, finanziaria 2008, decreto attuativo, Italia, offshore, onshore, SIC, ZPS

Le nuove tendenze in campo di eolico, non sono aihme' l'offshore ma ancora onshore. Secondo la nuova finanziaria 2008, impianti ad energie rinnovabili fino ad 1 MW, compresi quelli a biomassa a corta filiera ed eolici, sono sottoposti a processo autorizzativo semplificato.

Appare evidente che i vertici dello Stato vogliano saturare le aree idonee anemologicamente ma che non si prestano ad ospitare iniziative economicamente impegnative, vuoi per il numero basso di macchine installabili, vuoi per le elevate distanze da ricoprire con i cavidotti interrati.
In effetti, se si guarda alla giungla delle zone SIC (sito di importanza comunitaria) e ZPS (zone a protezione speciale) per poi passare ai PUTT e a tutte le altre restrizioni poste in campo dalle Regioni, le aree effettivamente disponibili e "fattibili" sono praticamente terminate.

Una misura questa, solo palliativa, che allunga l'agonia dell'eolico in Italia. D'altro canto, nonostante le ottime tariffe previste per l'offshore, il settore stenta a decollare.

Quale la soluzione??? Meglio andare per passi e pensare a domani o meglio pianificare il futuro con politiche a piu' largo raggio?
Inserito il 08 Apr 2008

<< Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 Successiva >>

 

 

Benvenuti nella mia pagina web!

Home

Ben arrivato!

Felice di avere una sua visita. Sono l'Ingegner Francesco Savino e questa è la mia pagina web. Tra le pagine di questo modesto progetto è riportato il mio Curriculum Vitae. Potrà leggerlo ed eventualmente scaricarlo. Se lo riterrà interessante, può contattarmi quando vuole!

Passo ad illustrare le origini di questa idea. Tempo fà ero lì, dietro una scrivania, come lei del resto, occupato ad inviare il mio curriculum vitae a tutte le aziende che mi passavano dinanzi... quando mi è venuta la voglia di pubblicarlo e di sperare che il ruolo si inverta, ovvero che non fossi io a cercare lavoro ma che fossero i datori di lavoro a scegliermi... cosa poco probabile, ma, per quello che costa (gratis!) ne vale la pena... poi, pian piano, l'idea che forse le mie esperienze potessero essere d'aiuto o di stimolo per altri... ed ecco l'idea di non limitarmi a scrivere di cosa sia capace, ma anche di come sono. Da quì l'idea del Blog che segue in basso alla pagina. Ottima guida psicologica per uno che deve scegliere tra tanta gente, non crede?

Il progetto è solo all'inizio. Non conosco nemmeno io la sua utilità... il tempo mi darà dei risultai, chissà!

Sta di fatto che un pò di gusto l'ho provato nel crearlo, data la mia forte passione informatica.

Ora la saluto e le auguro una buona permanenza. A presto!


 

Lasciate una vostra impressione nel Guestbook!

 

Translate!

Bandiera inglese rinnovabiliTranslate in English



NewsLetter

newsletter ingegneria rinnovabile fotovoltaico biomassa solare termico idraulica mini idraulica eolico edilizia blog notizie

Iscriviti alla newsletter!
Nome:
E-mail:


Cerca
Google
Ing.Savino

Consigli...


Creative Commons License 


Come funziona?
1) Centrale a Biomassa
2) Centrale di Pompaggio
3) Ciclo combinato
4) Centrale Eolica
5) Centrale Fotovoltaica
6) Gassificazione
7) Centrale idroelettrica
8) Inceneritore
9) Centrale Nucleare
10) Centrale Termica
11) Centrale Termosolare

 

barra ingegnere civile sx  
Contatta il webmaster - All rights are reserved Creative Commons License Blog: Ingegneria ed Energie Rinnovabili
barra ingegnere civile dx